top of page

L'ansia della Fototessera fatta male

Aggiornamento: 16 feb


ritratto professionale padova, ritratto padova, ritratto marco ramin, ritratto aziendale, ritratto linkedin

Ogni maledetto lunedì ricevo decine di chiamate di persone che mi chiedono di scattare una fototessera urgentemente e allora ne approfitto per scrivere un articolo con un gran finale a sorpresa.


Una fototessera ben fatta è più di un semplice ritratto su un documento di identità. È il tuo biglietto da visita per il mondo, un’immagine che ti rappresenta ufficialmente e che può influenzare il tuo percorso in molte situazioni. Ecco perché è fondamentale assicurarsi che la tua fototessera sia scattata correttamente.

La fototessera, quella piccola immagine quadrata o rettangolare che compare sui nostri documenti di identità, ha una storia affascinante e spesso trascurata. Immagina un viaggio nel tempo, un salto indietro alle prime cabine fotografiche, quando il mondo era in bianco e nero e le strade delle città erano animate da personaggi misteriosi e storie ancora da raccontare.

Nel 1924, Anatol Marco Josepho, un socialista siberiano con un nome che sembra uscito da un romanzo di spionaggio, brevettò la prima cabina fotografica automatica a New York. La sua invenzione, chiamata “Photomaton”, era una macchina magica che produceva strisce verticali di quattro foto in bianco e nero. Il costo? Solo 100 lire, con un tempo di consegna di soli 3 minuti. Da quel momento, la fototessera ha iniziato a diffondersi in tutto il mondo, come un segreto condiviso tra sconosciuti.


ritratto professionale padova, ritratto padova, ritratto marco ramin, ritratto aziendale, ritratto linkedin
Il "Photomaton" di Anatol Marco Joshepho, 1924 (fonte www.photokingz.com)

Il 10 dicembre 1962, l’azienda Dedem installò la prima cabina fototessera nella Galleria Colonna a Roma, oggi nota come Galleria Alberto Sordi. Le persone facevano la fila, aspettando il loro turno per entrare nella cabina. Lì, davanti a uno specchio sbiadito, si sistemavano i capelli, allineavano i vestiti e cercavano di mantenere un’espressione neutra. Clic! La macchina scattava, e in pochi istanti, la loro identità veniva immortalata su una striscia di carta. Quelle foto, rigorosamente in bianco e nero, diventavano parte integrante della nostra geografia urbana.

Erano i volti di chi aveva sogni da realizzare, di chi cercava lavoro o di chi voleva viaggiare oltre i confini.

Ma perché è così importante avere una fototessera scattata correttamente? Non è solo una questione di conformità burocratica. Ecco alcune ragioni:

  1. Conferma dell’Identità: La fototessera è la tua carta da visita per il mondo. È l’immagine ufficiale che ti rappresenta nei documenti di identità, passaporti, patenti e altro. Una fototessera ben fatta è fondamentale per evitare inconvenienti e ritardi burocratici.

  2. Impatto sul Percorso Personale: Immagina di dover affrontare un colloquio di lavoro o una procedura amministrativa. La tua fototessera sarà la prima impressione che darai. Una foto scattata correttamente comunica professionalità e serietà.

  3. Norme e Requisiti: Le fototessere devono rispettare specifici requisiti. Dimensioni, espressione facciale, sfondo bianco e altre caratteristiche sono regolate da norme internazionali. Una fototessera non può essere ritoccata o manomessa.

Oggi, le cabine fototessera sono ancora presenti, ma stanno evolvendo. In occasione del suo 60° compleanno, la cabina fototessera fa capolino nei musei più importanti d’Italia, diventando addirittura opera d’arte. Continua a essere un’icona del Made in Italy e dell’eccellenza italiana.


Ma perché una persona dovrebbe chiamare un fotografo professionista, invece di entrare in un qualsiasi negozio fotografico, per farsi scattare un ritratto e poi utilizzarlo nei documenti ufficiali o come foto profilo nei social network?

Una cosa fondamentale, ricavata da un bilancio relativo alle ultime 250 telefonate ricevute, è che nei negozi di articoli fotografici in cui una persona può farsi scattare una fototessera il risultato finale è spesso terribile perché presenta l'effetto "Apparizione di Maria" altresì conosciuto come "Avvistamento di un UFO".

Cosa significa? Significa che nelle foto scattate il fotografo in questione ha la fotocamera che inquadra verso il basso con il risultato che comparirete nei documenti con la tipica postura di viso e collo protesa verso il cielo, ecco un esempio:


ritratto professionale padova, ritratto padova, ritratto marco ramin, ritratto aziendale, ritratto linkedin

ritratto professionale padova, ritratto padova, ritratto marco ramin, ritratto aziendale, ritratto linkedin

Ci sono tante altre casistiche di errori evidenti che vanno dal colore della pelle non naturale a capelli che scompaiono (flash troppo forte e altro...).

Perché devo pagare per una foto fatta male in cui sono inguardabile quando se contatto un fotografo professionista posso usare la stessa foto (scelta assieme e post prodotta con tutti i "sacramenti") anche come foto profilo su Linkedin ad esempio?

Un'ultima cosa: secondo te un fotografo professionista, per €12, il lunedì mattina alle 8.00, esce di casa di corsa con la tazza di caffè in mano perché ti servono urgentemente le foto da utilizzare per il passaporto?

Quando hai urgenza e chiami un idraulico professionista (non tuo cugino) per risolvere una problematica in casa hai mai speso €12? Cioè, mi spiego meglio, ti viene in mente di offrirgli €12? Ah sì?


Che vita!


30 visualizzazioni1 commento

1件のコメント


Il finale è...mitico!

いいね!
bottom of page